Il CdA della Cooperativa IL GIROTONDO elabora e definisce la Politica della Qualità che indirizza l’organizzazione dal punto di vista strategico a medio-lungo termine. Essa viene, solitamente, riesaminata in occasione del rinnovo cariche, o in concomitanza di cambiamenti significativi e valutata nella sua congruenza in sede di Riesame della Direzione Annuale.

Tale politica viene diffusa all’interno dell’organizzazione stessa e trasmessa attraverso opportune comunicazioni e incontri specifici.

La Cooperativa IL GIROTONDO, ha le seguenti politiche ed obiettivi generali.

i. L’operatore quale risorsa umana su cui investire in termini formativi e di fidelizzazione all’impresa sociale. Nel lavoro che si svolge quotidianamente la competenza, la dimensione umana dell’operatore diventa il tramite unico con i bambini, in questo senso la maggiore risorsa dell’impresa è l’operatore nella sua dimensione di Persona con il suo bagaglio di competenze.

ii. L’utente/cliente risulta essere l’elemento da soddisfare in ogni sua sfacettatura. Tutta la cooperativa (organizzazione e persone che la compongono) si rende consapevole dell’importanza fondamentale che ha soddisfare (non in termini di accondiscendenza ma in termini di insegnamento educativo) al meglio le esigenze dei bambini in questa fase critica dell’età in cui eventuali errori potrebbero pregiudicare un percorso di crescita, già difficile di per sè, andando incontro e colloquiando con la famiglia di provenienza.

iii. La famiglia rappresenta una continuità orizzontale in termini di reciprocità, di confronto e di sostegno dei percorsi educativi e di vita dei bambini. Si riconosce pertanto alla famiglia il diritto di:

  • Alla consultazione relativa alla progettualità educativa,
  • L’informazione alla vita quotidiana del proprio bambino
  • La privacy relativa alla divulgazione di informazioni e di aspetti riguardanti il bambino e la sua famiglia
  • La partecipazione alla vita dei servizi attraverso momenti di confronto con gli educatori nella quotidianità (processo di restituzione) e nei momenti assembleari che nel loro complesso possono costituire la gestione del servizio.

iv. La rete/il territorio. Riteniamo fondamentale intessere legami e relazioni con i diversi attori che si adoperano per il miglioramento della qualità di vita nelle nostre comunità territoriali. In tal senso pensiamo di avere ancora molto da imparare ma anche qualcosa da dare nell’ottica di un intervento integrato in cui il minore, l’infante non sia mero spettatore ma possa pian piano divenire individuo in grado di esprimere il proprio pensiero; noi potremmo essere in grado di dare chiavi di lettura e di interpretazione delle esigenze dei nostri diretti “clienti”.

v. Lo sviluppo dell’impresa; pur avendo una lunga storia sentiamo l’esigenza di dotarci di maggiori strumenti di lettura ed analisi dei processi che la attraversano. In questo senso il percorso qualità diviene strumento e non fine di un percorso che abbiamo deciso di intraprendere.

vi. La qualità. Risulta fondamentale per due livelli di motivazioni:

  • la prima lavorando noi in maniera diretta con persone di cui non sempre siamo in grado di conoscere il significato delle “informazioni di ritorno – reclami” che ci presentano riteniamo indispensabile avere un controllo di processo elevato perchè solo attraverso questo saremmo in grado di rispondere adeguatamente alle esigenze esplicite ed implicite degli stessi.
  • La seconda riteniamo doveroso migliorare in maniera consapevole i nostri servizi per essere sempre in grado di dare il meglio di noi. Questo nell’ottica di una maggiore efficacia ed efficienza di ciò che vendiamo e realizziamo.

Politica della Qualità relativamente al QRes Network

La politica del Consorzio Q.Res. propone alle aderenti il processo di certificazione quale modalità per:

a) facilitare il processo di accreditamento regionale, sia come necessità operativa ma soprattutto come modalità per tutelare e garantire sul piano qualitativo l’utenza e la collettività, dedicandovi apposite risorse umane ed economiche. Il Consorzio si fa promotore del mantenimento del processo di certificazione, in parallelo al processo di accreditamento istituzionale;

b) identificare e rendere visibile il modello organizzativo delle cooperative stesse, come traduzione operativa dei valori distintivi della cooperazione sociale;

c) esercitare una autodiagnosi e rilevare il proprio posizionamento rispetto al sistema di qualità interconsortile di riferimento;

d) agevolare lo sviluppo dei processi di inserimento lavorativo delle cooperative di tipo B, finalizzandolo ad una maggiore capacità di concorrere alle gare d’appalto.

Il network è composta dalle seguenti organizzazione: Veneto Insieme di Padova, CCS di Padova, Sol.Co. Verona e il Consorzio Tenda di Montichiari (BS), con le seguenti finalità:

  • migliorare la gestione dei SISTEMA GESTIONE QUALITÀ delle aderenti attraverso la condivisione di un sistema integrato;
  • favorire lo scambio dei reciproci know-how;
  • garantire la sostenibilità dei costi della certificazione proponendo alle aderenti un sistema integrato che permetta di ottimizzare la spesa;
  • attraverso l’iniziale esperienza legata alla certificazione, favorire lo sviluppo di ulteriori iniziative interconsortili.

La Cooperativa Aderisce in toto alle finalità e alla Politica del Consorzio Q.Res..

IL PRESIDENTE

Barbara Guolo

Torna su